Vai al contenuto

[singlepic id=632 w=600 h=240 float=center]

Lo scopo del progetto è quello di fornire una valida alternativa alla cottura di cibo fatta essenzialmente con legna pregiata e carbone. Questa pratica tradizionale ha come aspetto negativo il taglio indiscriminato di alberi che contribuisce all’avanzata della desertificazione. La legna e ilcarbone vengono commercializzati e conferita dai villaggi alle città. In alcuni Paesi africani è ormai vietato produrre carbone. ...continua a leggere "Cottura cibo con bracieri pirolitici. Sperimentazione di cucine solari."

Nel cortile di una morança ho visto come avviene la pilatura manuale del riso. Lo mettono in un grande mortaio di legno e poi viene battuto con mazze che sembrano i legni del baseball. E' una procedura lunga e faticosa. L'associazione ha portato una macchina per la pilatura con motore a diesel. La lavorazione è automatica e non richiede sforzi. ...continua a leggere "Paolo a Fanhe"

Sono appena tornata da Fanhè, un piccolo villaggio di 600 persone lungo il rio Mansoa in Guinea Bissau. Vi sono stata circa un mese, con l’obiettivo di collaborare con i maestri per migliorare la qualità della scuola elementare attiva da settembre 2006. Attualmente frequentano più di 200 studenti dai 7 ai 26 anni, divisi in due prime, una seconda, due terze e una quarta. ...continua a leggere "PERCHE’ FANHE"

L'idea di realizzare un laboratorio di attività espressive con i bambini di Fanhe mi è venuta mentre stavo decorando una parete del Jardim infantil, che sarebbe stato inaugurato di lì a poco. I bambini che venivano a trovarmi mentre lavoravo erano affascinati dal colore e dai pennelli. E così quest'anno sono partita carica di carta, tempere e pennelli donati dagli allievi della pof.ssa Midolo del Primo Liceo Artistico Statale di Torino. Abbiamo così iniziato a dipingere il sole, sotto l'ombra del poilon, insieme ai bambini del Jardim e della scuola primaria e le volontarie Cristina e Luciana nello spiazzo antistante gli edifici. A poco a poco si sono aggiunti i pastorelli che non frequentano la scuola, gli n'ghês (adolescenti tra i 16 ed 19 anni), i thom (ragazzi tra i 19 ed i 22 anni) e qualche bilante bindan (uomini grandi). ...continua a leggere "UN PENNELLO VOLA"