Vai al contenuto

Il RISO

Quando il riso è maturo, pronto per essere tagliato e portato a casa, allora bisogna fare molta attenzione. I ladri potrebbero rubarlo gli uccelli potrebbero mangiarlo.

Bisogna fare la guardia giorno e notte fino a quando non si è immagazzinato.

Si costruiscono vicino alle risaie delle piattaforme con legni di recupero, possibilmente con una copertura di foglie di palma come riparo dal sole.

Il lavoro di guardiani è dei ragazzi, maschi e femmine, i quali vanno avanti ed indietro a controllare .

Le postazioni non sono vicine ma i giovani comunicano fra di loro con particolari caratteristici vocalizzi.

Armati di una fionda costruita con fibre vegetali intrecciate, due lunghi lacci che partono da una piccola sacca sulla quale si mette la pietra da lanciare. Si fa ruotare velocemente sopra la testa per poi abbandonare improvvisamente uno dei due capi. Mentre la pietra parte verso il bersaglio il capocorda emette uno schiocco molto forte, quasi un colpo di pistola, è questo suono più che la pietra scagliata a mettere in fuga gli uccelli.

A centinaia e multicolori si alzano in fuga per tornare di lì a poco, un po' più lontano sulla risaia e cibarsi direttamente sulle spighe da tagliare o sui piccoli covoni messi al sole ad asciugare fino alla successiva fiondata e al successivo schiocco della fionda.

Contro i possibili ladri od incursioni di malintenzionati i ragazzi danno l'allarme, ma la vera lotta che conducono è contro le zanzare, piccole, velocissime, silenziose e molto numerose. Per tenerle lontane e scaldarsi durante la notte accendono fuochi, per coprirsi hanno solo panni molto leggeri.

Normalmente il riso si comincia a tagliare nella prima settimana di Dicembre. La temperatura massima di giorno può arrivare a 30/35°, la minima notturna 10/15°. Il problema più grosso è l'umidità, ci si trova immersi in un universo liquido

Kmq di risaie,a Nord il rio Mansoa, a Sud il rio Geba tra le maree che si dondolano in un giornaliero giornaliero flusso e riflusso innescato dall'oceano Atlantico

In Africa il buio cala molto in fretta,alle 19,30, dura fino al mattino alle 6,30. Alle 7 si alza il sole. La notte è lunga e fredda.

Negli ultimi anni sono aumentati i furti di riso.

La cultura balanta ruota attorno alla coltivazione del riso, in questa cultura il furto di riso è tabù, sacrilego, ma annate di carestie e scarsa produzione hanno allentato la coesione sociale facendo saltare alcuni meccanismi di controllo atavici.

.