Ciao a tutti
approfittando di queste giornate di brutto tempo ho rivisto e rielaborato
il lavoro già svolto in passato  sul censimento a Ntchangue
Ho condensato i dati secondo me più importanti in una scheda riassuntiva
al fine informare i soci del lavoro fatto, dare a coloro che interverranno
in loco alcune notizie che approfondiscano la conoscenza sulla popolazione
del luogo nel quale operiamo,porgere un maggior supporto di conoscenza
alle argomentazioni di coloro che intervengono nelle scuole,riunioni etc.
Le modalità di acquisizione e di prelievo sono da considerare approssimative proprio per le condizioni con cui vengono assunte,sperando nella migliore corrispondenza alla realtà, comunque molto preziose.
Il villaggio di Ntchangue è composto da 50 morance con 306 gruppi famigliari
il totale degli abitanti censiti è di 1633 persone, 749 maschi 47%,  844 femmine 53 %
di 40 manca notizia sul sesso.
I bambini da   0 a 5    anni sono       299 = al 13.3   %
                       5 a 10 anni sono       234  = al 14     %
I ragazzi  da   10 a 20 anni sono      266  = al 15,8  %
                                   totale                            48,1  %
Gli adulti    da  20  in su       sono      761  = al 48,8  %
                                    totale                            97,9  %
Le differenze sono dovute alle notizie mancanti.
Si può notare che esiste la parità numerica fra i componenti sotto i 20 anni e  quelli di età  superiore.
Questi ultimi si possono così suddividere:
adulti fra   20   e   40   anni    29,5   %
                 40   e   60             14,4   %
                 60       oltre             4.3   %
                      totale                48,2   %
La vita media si attesta sui 25 anni.
Appare evidente il sensibile aumento della mortalità dopo i 20 anni che raggiunge il punto più alto subito dopo i 40 anni.
Stiamo lavorando per avere maggiori informazioni anche sulla mortalità infantile.
Vogliamo approfondire sulla giustezza dei dati riferiti della natalità, ci pare strano che rispetto alle proiezioni ufficiali che parlano del 6% annuo di nuovi nati
riscontriamo il 4,9 nel 2014, del 2,75 nel 2015.
Trarremo migliori informazioni dal prossimo censimento, nel frattempo si continua il lavoro di interpretazione degli elaborati in nostro possesso.
A presto
Pino

inaugurazione-ampliamento-maternita-cumura

Ringraziamento

L’ospedale di Cumura

Nella nostra lotta contro la mortalità materno infantile una la più alta dell’Africa occidentale sono stato in Italia per incontrare i nostri collaboratori e benefattori i quali vorrei ringraziare con queste poche parole.

Associazione Abala-Lite ONLUS. Abbiamo iniziati insiemi la lotta contro la fame e la miseria nella Parrocchia di Nhoma, io come Parroco e voi volontari, facendo pozzi d’acqua potabile per la popolazione e insegnando loro a fare orticultura. Questa lotta non si è fermata là perché la sua portata è grande. Lottare contro la fame e sete è lottare perché le persone abbiano buona salute e possono andare alla scuola. Questa lotta importante si è diversificata da quando sono stato trasferito come Parroco e Direttore dell’ospedale di Cumura. Grazia a voi, questa collaborazione con l’Ospedale di Biella si è fata. Grazie per tutto quello che fate per la Guinea.

A Sindaco de Casaborgone, Eg.io Francesco, il quale a preso a cuore questo progetto da primo giorno che ci siamo incontrati. Con la sua volontà d’aiutare l’iniziativa per il bene degli altri, si è impegnato perché il progetto torna una realtà. In nome dei della comunità ospitalare di Cumura e in mio nome, Le ringrazio infinitamente.

Dott. Piunti, che tanto sentito nominare e che ho conosciuto finalmente in questi giorni, uomo che a accettato di tutto il cuore a stabilire collaborazione tra Ospedale di Biella e l’ospedale di Cumura per il benefici della popolazione della Guinea-Bissau, in nome della Comunità dell’ospedale di Cumura e in mio nome Le ringrazio infinitamente.

Direzione dell’Ospedale di Biella, la quale ha accettato incondizionalmente di ricevere, di formare e di aiutare i nostri medici e infermieri, senza questo aiuto, l’ospedale di Cumura sarebbe ancora un ospedale senza persone qualificate in anestesia. Ho visto, in questo incontro una grande volontà vostra di aiutarci per lottare contro la mortalità materno infantile e contro le altre patologia. Per questa disposizione, vorrei ringraziare la Direzione di ospedale, medici e tutti personali chi collaborano per la formazione dei nostri personali di salute, vi ringraziamo del fondo di cuore e diciamo “Deus na paga bos” che il Signore vi retribuisca centuplo.

Alla Fondazione Bonini, nostro ringraziamento per l’accoglienza e l’ospitalità (alloggio e vito) dei nostri medici e infermieri senza quale loro non potevano usufruire la formazione che l’ospedale mette a loro disposizione. Grazie per questo appoggio importante e per aver manifestato di appoggiarci nella nostra lotta contro la mortalità materno infantile e nella recupero dei bambini denutriti. Grazie di cuore e che il Signore vi benedica.

SERMIG

Ai responsabili a tutti collaboratori nostro cordiale ringraziamento per i panelli solare per l’ospedale di Cumura e per l’interessante incontro e lo spirito di apertura e di aiuto manifestati a nostro riguardo e la preoccupazione ad aiutarci a risolvere i problemi più urgenti.

Nostro ringraziamento alla Sindaca di Leini e a tutti i suoi collaboratori per aver accettato di prendere a cuore il progetto di aiuto per la popolazione della Guiné-Bissau.

Parto fortificato e prego a Dio nostro Signore per voi e per vostre famiglie

  1. Armando

 

Giorni intensi

• Il 23/09/2016 Ramani Marcello Dos Santos ( fratello di padre Raxido Dos Santos) ha partecipato alla conferenza stampa per la presentazione del progetto " Acqua in Guinea Bissau" villaggio di N'Tchangue. Conferenza organizzata dal Comune di Lenì con la presenza della Sindaca Dott. Gabriella Leone, capo fila del progetto finanziato da Ato3 , cofinaziato dal Comune di Leinì, Comune di Borgaro, Comune di Caselle, Comune di Volpiano e della associazione Abala Lite.
• Il 12/10/2016 si è svolto a Leini un incontro tra padre Cossa i volontari della Associazione Abala Lite e Don Pier parroco della parrocchia che il 2015 a dato un contributo e lo rinnoveranno anche per il 2016.
• Il 12/10/2016 si è svolto un incontro tra padre Cossa i volontari della Associazione Abala lite e la Sindaca di Leini.

lein-2016-1

incontro volontari con Sindaca Leone e Padre Cossa
incontro volontari con Sindaca Leone e Padre Cossa

Padre Armando Cossa dell'ospedale di Cumura Guinea Bissau e la Sindaca di Leinì Gabriella Leone
Padre Armando Cossa dell'ospedale di Cumura Guinea Bissau e la Sindaca di Leinì Gabriella Leone

incontro al gruppo Re Te Sermig Torino
incontro al gruppo Re Te Sermig Torino

sermig-2016-2

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Incontro con il gruppo Re.Te. del Sermig Torino
Abbiamo poi incontrato padre Armando Cossa direttore sanitario dell’ospedale di Comura in Guinea Bissau sostenuto dal gruppo Abala Lite con cui collaboriamo da molto tempo. Ricordo l’invio recente di alcune decine di pannelli fotovoltaici per elettrificare i loro siti in Guinea Bissau.
L’ospedale rappresenta il più valido presidio per lotta contro la mortalità al parto, lotta alla denutrizione infantile, cure per HIV, e TBC.
2 le attività in cui ci siamo impegnati a dare risposte:
1- Individuare molte possibili soluzioni a macchine di nuova concezione che non abbino bisogno di eccessivi reagenti per analisi sangue
2- Individuare e capire quali sono le problematiche di collegamento internet del Centro di Comura (satellite?... trasmissione punto punto?....)
Per il punto 1 : prego il dott. Marco Gariazzo e l’elettronico Roberto Verzino di parlarsi per poter presentare al più presto un catalogo con prezzi, assistenza e semplicità d’uso . Molto imnportante che si valuti la funzione di TELE MEDICINA!!!! (possibili diagnosi congiunte da volontari medici in Italia in lettura di report di macchine per analisi collegate in internet ) Fatemi sapere.

Per punto 2: prego Giacomo Favini assieme a Franco Fauda, Roberto Giungato e lo stesso Roberto Verzino di ottenere info dettagliate da Salvatore Merola (Abala Lite … che prego di chiudere entro 10 gg la questione… )

Ciao
Rinaldo

Continua la collaborazione tra l’ordine dei frati francescani, l’Associazione Abala Lite, La Fondazione Maria Bonino e l’Asl di Biella per la popolazione della Guinea Bissau. Una collaborazione che proseguirà per altri 3 anni e vedrà coinvolto soprattutto il Dipartimento Materno Infantile e il Dipartimento Chirurgico dell'Asl di Biella.
L’Ospedale di Cumura è un piccolo raggio di luce in Guinea Bissau, da sostenere per salvare vite umane.
Così, nell’incontro di oggi 13 ottobre, alla presenza di Padre Armando Cossa, Direttore Sanitario dell’Ospedale di Cumura, si è confermata l’importanza di continuare il progetto, già iniziato due anni fa, per formare medici e infermieri provenienti dalla Guinea Bissau, nell'Africa Occidentale.
In una realtà dove le malattie infettive, come aids e tubercolosi, sono molto diffuse, conoscere tecniche chirurgiche e anestesiologiche diventa fondamentale per poter eseguire tagli cesarei alle mamme infette ed evitare così che i nascituri contraggano il virus dell’HIV.
L'Ospedale di Biella diventa ancora una volta sede di formazione scientifica, affinchè la bravura e la preparazione di un medico possano fare la differenza anche in Africa.

biella-2

biella-1

Continua  e si estende la collaborazione con i Frati Francescani della missione di Nhoma e di Cumura, si aggiunge la collaborazione con l'ospedale di Madrugada.Sono stati inviati 24 pannelli fotovoltaici per l'ospedale di Cumura e 20 pannelli per Nhoma, una sedia per laboratorio dentistico per l'ospedale di Madrugada, materiale donatoci dal gruppo Re.Te. (Restituzione Tecnologica) Sermig Torino. I volontari dell'associazione Abala lite e soci ringraziano tutti i donatori e benefattori che ci aiutano a dare un speranza e in  una società  più solidale e fraterna.

pannelli-x-nhoma-e-cumura2016-1

pannelli-fotofoltaici-x-cimura-2

pannelli-fotofoltaici-x-cimura-1

 

Carissimi,
l'estate giunge al termine, l'autunno è alle porte e i volontari sono pronti per spiccare il volo verso la Guinea Bissau quest’anno con compiti ancora più importanti.

Infatti vi informo che
Venerdì 23 settembre alle ore 21,00 presso la sala Consiliare del Comune di Leinì si terrà una conferenza stampa per presentare e illustrare il progetto "Acqua in Guinea Bissau" nel Villaggio di N’Tchangue, finanziato da ATO3 Autorità d’ambito e cofinanziato dai Comuni di Leinì, Borgaro, Caselle, Volpiano e dalla nostra associazione Abala lite, alla popolazione dei comuni coinvolti.

Per la nostra associazione è un momento importante per il riconoscimento offertoci a livello istituzionale attraverso i finanziamenti erogati che testimoniano la fiducia accordataci dai Comuni di Leinì, Borgaro, Caselle, Volpiano e ATO3.

Siete tutti calorosamente invitati a partecipare all’evento e a lavorare per il Progetto, anche in Italia, perché diventi il primo di una lunga serie di collaborazioni con le istituzioni.